il progetto scolastico "IL CONFINE DI BRINA" per le scuole medie inferiori e superiori

MODULO DI CONTATTO

2 + 7 =

Vi presentiamo una proposta per celebrare il Giorno della Memoria nelle vostre scuole attraverso la proiezione del docufilm “Il Confine di Brina”. Questo film racconta una storia avvincente e coinvolgente
sulla tematica dei confini, emblema di salvezza o morte durante la Seconda Guerra Mondiale. Il film è stato pensato una anteprima diversa: la scelta fin da ora è quella di farlo esordire nelle scuole. Crediamo fermamente che la memoria futura del mondo saranno i ragazzi attuali, ai quali dovremo affidare il ricordo di ciò che non dovrà essere mai più ripetuto.

Obiettivi:
1. Promuovere la consapevolezza storica: Il film “Il Confine di Brina” offre una narrazione appassionante che riporta alla luce storie di coraggio, sacrificio e salvezza durante la Seconda Guerra Mondiale. Il suo scopo è sensibilizzare gli studenti sulla storia e gli eventi legati ai confini e all’olocausto, incoraggiando la comprensione e la riflessione sulle tragiche conseguenze dei confini come barriere alla libertà e alla vita umana.

2. Favorire la comprensione interculturale e l’inclusione: Attraverso le storie di persone che hanno messo da parte differenze culturali e religiose per proteggere gli altri, il film promuove un messaggio di solidarietà, rispetto e tolleranza. Gli studenti saranno incoraggiati a riflettere sul valore dell’umanità e dell’inclusione, oltre a comprendere l’importanza di superare le barriere create dai confini.

3. Stimolare la riflessione etica: Il film solleva importanti questioni etiche, come il dovere di proteggere gli altri, il ruolo della solidarietà e la lotta contro l’ingiustizia. Gli studenti saranno incoraggiati a riflettere su queste tematiche, a sviluppare un senso di responsabilità sociale e a considerare come le proprie azioni possono influenzare positivamente la vita degli altri.

SINOSSI DEL FILM:
“Il Confine di Brina” si basa sulla raccolta di testimonianze e
narra la storia di persone coraggiose che hanno messo a
repentaglio la propria vita per salvarne altre, gettando il cuore al
di là dei confini. Maria Luisa Crosina, è una ricercatrice storica
che scopre un fatto straordinario riguardante la propria famiglia:
parte di essa riuscì a sfuggire alla Shoah scappando da Trieste.
Attraverso ricerche mirate, Maria Luisa rintraccia due anziane
donne che confermano che don Pietro Cortiula, un sacerdote
friulano, ha nascosto cinque membri della sua famiglia a Liariis,
integrandoli nella comunità locale e nascondendone la vera
identità. Il film si focalizza anche su altre storie di coraggiose
azioni di salvataggio, come quelle degli alpinisti Ettore
Castiglioni e Adamello Collini, che hanno aiutato dissidenti
politici ed ebrei a superare i confini montani e del maresciallo dei
carabinieri Bruno Pilat che riuscì a coprire la fuga da Aprica di
218 Ebrei.

Regia : GABRIELE DONATI

Tipo di produzione: DOCUMENTARIO
Durata: 57’55”
Data di uscita: GENNAIO 2024
Paese di produzione: ITALIA
Linguaggio: ITALIANO
Sottotitoli: italiano
Supporto di ripresa: DIGITALE COLORE
Ratio: 16/9