STUDIO – CASTIGLIONE DELLE STIVIERE – MN  TEL  (+39) 339-4883326

title image

rendering

Con il termine rendering fotorealistico (o rendering 3D) si definisce il processo di generazione che permette di ottenere, a partire da un modello tridimensionale elaborato al computer, un’immagine artificiale ma altamente realistica.

A differenza, però, della fotografia, il rendering può essere usato non solo per rappresentare qualcosa che già esiste, ma anche per realizzare modelli astratti, e quindi diventa fondamentale in fase di progettazione per offrire un’idea molto realistica di quanto si intende realizzare.

Normalmente facciamo fatica a comprendere cosa sia in un rendering fotografico, anche se ormai siamo talmente abituati a vederne, che ormai non ci facciamo caso. Basti pensare al cinema, dove gli attori stessi spesso sono frutto di sola modellazione 3d e non hanno alcun corrispondente nella realtà. Oppure la pubblicità di prodotti quali auto, oggetti di design, ormai ad un livello di fotorealismo che non siamo più in grado di distinguere il reale dall’irreale.

In parole molto semplici, i vantaggi di questa tecnica di rappresentazione “fotografica” permettono di avere le immagini di un prodotto, oppure di un ambiente, senza che questo esista realmente. La praticità di tutto questo sta nel fatto di poter realizzare un catalogo completo, senza avere nemmeno un prodotto in magazzino. Oppure di rappresentare un ambiente ancora prima che questo sia realizzato.

I software principi per questa tecnica sono il classico 3ds max ed i suoi concorrenti cinema4d  e blender. Esistono anche altri software molto più specifici tipo Maya o Zbrush, ma i primi due sono i più utilizzati, spesso associati a motori di renderizzazione ( software esterni che effettuano la texturizzazione e l’illuminazione della modellazione)